Per chi non mastica molto di tecnologia dovete sapere che SMAU (Salone, Macchine, Attrezzature Ufficio) è un evento che si svolge nelle principali regioni italiane, dedicato all’innovazione per le aziende. Saranno più o meno nove anni che partecipo a SAMU Padova e ho deciso di scrivere un articolo che si rivolge principalmente alle PMI e alle PA. ( Scopri di più su SMAU )

 

Un Evento nato nel 1964 e che negli ultimi anni vi partecipano circa ottantamila imprese che provengono dai più svariati settori merceologici. Ho avuto la fortuna in questi anni di vivere un cambiamento importante per l’innovazione. Ovvero se fino a 5 o 6 anni fa ci si concentrava di più nel software per automatizzare i processi aziendali, ora ci si concentra di più nell innovare per crescere attraverso il marketing e le vendite.

 

Saturi quindi di sviluppo software per fare ogni tipo di cosa, dall’acquisto online alla gestione di qualsiasi processo, alla gestione dei pagamenti, allo sviluppo di ogni tipo di app utili per snellire l’operatività delle aziende, ci si è ritrovati con il problema più grande per tutte le aziende:

 

Acquisire Clienti

 

In un’epoca in cui la crisi e la concorrenza è tanta, il problema di svuotare i magazzini e di far crescere il proprio business, si fa sempre più sentire. SMAU Padova quest’anno si svolgerà il 30 e il 31 Marzo 2017 e non a caso le prenotazioni dei workshop che parlano di acquisizione clienti e lead generation sono già terminate. Significa che il focus e le problematiche delle aziende si è spostato dalla gestione dei processi per snellire l’operatività aziendale, al concentrarsi nell’innovazione di nuovi processi di acquisizione clienti.

 

Ovvero :

“Con sempre più aziende che stanno andando online, come posso portare l’attenzione, e quindi il traffico, nel mio sito internet?”

 

Il problema è che ci si è ritrovati con tanti strumenti senza però aver la minima idea di come utilizzarli. A mio avviso l’errore infatti che stanno facendo tante aziende, circa il 90% delle aziende italiane, è che non si stanno concentrando sulla strategia, ma solo sugli strumenti messi a disposizione.

Ecco perché oggi, nel 2017, si parla di esperienze di acquisto… Di strategie utili per innovare e farti percepire come il massimo esperto nel tuo settore merceologico, con l’obiettivo di acquisire potenziali clienti e trasformarli in clienti. Misurando costi e i ricavi.

Dialogare in modo diretto con il mercato, sfruttando le moderne strategie e tecnologie, si sta trasformando sempre di più in un argomento fondamentale per le imprese.

 

Nell’edizione 2017 di SMAU Padova infatti, puoi trovare startup, spin-off, laboratori, centri di ricerca tecnologica e Pmi innovative, che portano una ventata di freschezza in diversi settori merceologici. Non ha tanto importanza quali settori, perché se c’è una cosa che ho imparato dai migliori imprenditori in questi anni, è che il successo arriva a colui che sa imparare le strategie dagli altri per riportarle nel proprio settore. Chiaramente ottimizzandole e correggendole qualora ce ne fosse bisogno.

 

Ma questa tipologia di eventi, come SMAU Padova, è una valida opportunità quindi per capire dove ci troviamo?

 

Secondo me si, ma poi non dimentichiamoci che sono concetti che non si possono approfondire bene in fiera. Personalmente sono anni che partecipo a svariati workshop e che parlo sia con espositori, sia con diversi visitatori, e tutti quanti ogni anno, hanno la stessa sensazione:

 

– Gli anni scorsi c’era molta più gente

– I visitatori non sono in target con il mio business

– Ci sono sempre meno espositori

 

Dal mio punto di vista, ci sono sempre meno persone a questo tipo di eventi, perché risultano sempre più noiosi e perché ci sono sempre meno aziende che danno del vero valore ai propri potenziali clienti. Invece la tendenza è dare sempre la colpa all’organizzazione fieristica. Ma non è sempre e solo colpa loro.

 

Bisogna sempre tener conto che oggi, le aziende che fanno la differenza, mettono a disposizione h24 i propri contenuti su web : video, informazioni dettagliate su prodotti e servizi, strategie di comunicazione, chat con risposte immediate sul sito aziendale, postano giornalmente nei social network e sponsorizzano giornalmente in Facebook, Instagram, Youtube ecc..

 

Capirai anche tu che in questo modo è come avere sempre a disposizione:

 

– Una grande fiera h24 per 360 giorni all’anno –

– Con ancora pochi competitor in Italia

– Con MOLTI – ma molti – MA MOLTI – più potenziali clienti di un evento in fiera

– Con clienti targettizzati per regione, per età per interessi ecc…

 

Il motivo, se ci pensi, per cui partecipi ad una fiera come espositore, è perché hai l’obiettivo principale di attrarre nuovi potenziali clienti e per coltivare comunque un dialogo con chi è già tuo cliente. Ma non puoi oggi limitarti a fare solo la fiera di settore, se prima non fai marketing a risposta diretta e non comunichi quali sono i tuoi prodotti o servizi.

 

Per due motivi:

    1) I tuoi competitor si trovano a 2 metri di distanza e offrono lo stesso prodotto o servizio che offri tu

    2) Non è detto che il potenziale cliente in quel momento sia pronto per comprare

 

Nel primo caso, se NON hai un marketing a risposta diretta e quindi non stai comunicando per:

 

    – per differenziarti dalla tua concorrenza

    – rivolgerti ad un determinato target

    – posizionarsi al meglio nel mercato

 

Dovrai per forza arrivare a combattere la battaglia del prezzo

 

Dove non verrai percepito come chi ha il prodotto migliore e che fa al caso del tuo cliente, ma verrai percepito come chi ha lo stesso prodotto del tuo competitor. Pertanto dopo aver scambiato i biglietti da visita, dovrai sperare che il tuo competitor non lo ricontatti prima di te o ancora peggio… Che faccia un prezzo più basso del tuo.

 

Nel secondo caso invece, non è detto che il tuo potenziale cliente sia pronto per acquistare in quel momento. Quindi se non hai un funnel di mail automatiche che ti permette di comunicare con il tuo potenziale cliente, per documentarlo con i contenuti relativi ai tuoi prodotti o servizi, aspettando che questo sia pronto per acquistare, va a finire che perdi il cliente ancora prima che si ricordi di te.

La realtà però è che lì fuori ci sono clienti che vorrebbero comprare i tuoi prodotti o servizi

 

ma:

 

– non sanno se il tuo prodotto o servizio fa esattamente al caso loro perché ti hanno appena conosciuto

– non sanno che esisti se il tuo marketing e la tua comunicazione è a zero o non stai comunicando correttamente.

– non hanno soldi da spendere al momento per quel tipo di servizio o prodotto che offri

– non è ancora il momento giusto per un motivo o per l’altro ma potrebbe esserlo fra un pò di tempo

 

Immagina invece di ricevere i clienti, di inserire il loro contatti in uno strumento di invio email automatico e di inviargli periodicamente delle email che:

 

– la sera stessa ringraziano il tuo cliente o potenziale di essere passato nel tuo stand

– lo documentano periodicamente sul tuo prodotto o servizio, evidenziandone i pregi e sottolineando magari i difetti dei prodotti o servizi dei tuoi competitor (senza fare nomi naturalmente)

 

Questo è un esempio banale che ti può aiutare ad acquisire un cliente. Un esempio che però devi analizzare e studiare in modo da strutturare una strategia definita e che ha l’obiettivo di acquisire il tuo cliente.

 

Altrimenti l’alternativa che hai può essere solamente la speranza!

La speranza che quel potenziale cliente non abbia buttato via il tuo biglietto da visita. Ma in un’epoca dove la carta si utilizza sempre meno, puoi anche tu immaginarti dove finiscono i biglietti da visita… Sto parlando di offrire più modi ai tuoi clienti per trovarti, offrire dei contenuti per i tuoi clienti in grado di spiegargli cosa fai, come lo fai e per fargli vivere un’esperienza di acquisto sensazionale.

 

Non addossare quindi la colpa all’organizzazione della fiera di settore, perché purtroppo la tendenza se qualcosa non funziona è sempre quella di addossare la colpa agli altri. Se ti scrivo questo è perchè sono sempre poche le persone che riescono a mettersi in discussione per fare la differenza.

 

Quindi la domanda che ci dobbiamo fare è :

“Sono sicuro di aver fatto tutto per attrarre il mio potenziale cliente nell’evento a cui partecipo?”

 

Le operazioni di marketing che possono aiutarti se sei un espositore in fiera

 

– Un mese prima dell’evento inizia a pubblicare dei contenuti nei Social Network come Facebook, Instagram, Youtube, Linkedin ecc… Invito quindi le persone che stanno seguendo la pagina e faccio delle sponsorizzazioni geolocalizzate per la regione in cui si svolgerà l’evento.

 

– Circa 2 settimane prima dell’evento si manda una newsletter a tutti i contatti per avvisare dell’evento, inserendo le novità, nuovi prodotti, gli sviluppi della tua azienda ecc.. Il massimo è scrivere delle newsletter che necessitano di un’azione dopo la lettura della mail. Può essere un’offerta o un regalo da ritirare direttamente allo stand.

 

– Pubblicare degli articoli di blog che riguardano l’evento, utilizzando le corrette parole chiave

 

– Durante lo svolgimento della fiera, trovare il modo di coinvolgere chi viene a farvi visita. Fategli pubblicare nei social delle foto che in qualche contesto brandizzato. create magari un hashtag coinvolgente e via!

 

– Raccogliere i contatti dei nuovi potenziali clienti e inserirli in un Funnel di email automatico

 

– Condividi le foto, video dell’evento nelle tue pagine social

 

– Pubblica degli articoli di blog dove documenti giornalmente le giornate in fiera

 

– Chiama chi ha aperto le tue mail e ha compiuto un azione. Si hai capito bene, con un sistema di email marketing automatizzato, puoi individuare chi ha aperto le tue mail e quindi individuare effettivamente chi ha dimostrato un forte interesse alle tue email che precedentemente avevi inviato.

 

Quali sono i vantaggi di queste attività:

 

– Far sapere ai tuoi clienti che sei presente in fiera, cogliendo l’occasione anche di potergli presentare ad es. un prodotto o servizio che ancora non ha, ma che gli potrebbe interessare.

– Far sapere ai clienti che hai una forte presenza sul territorio

– Fidelizzare i tuoi clienti

– Creare contenuti di valore sul web utili per posizionarti nei motori di ricerca e per comunicare ulteriormente con i tuoi potenziali clienti

 

Bill Gates diceva “Content is King” ed è oggi che abbiamo capito, a distanza di un bel pò di anni, che aveva ragione.

Questo basta? Ovviamente no. Abbiamo bisogno in ogni caso di strategie in grado di acquisire il nostro cliente.

 

Queste saranno solo alcune cose che troverai a SMAU Padova.

Ma la bella notizia è che se sei interessato ad acquisire clienti in Digital Monkey, ho strutturato, automatizzato, un percorso che ti accompagna per far crescere già da subito il tuo business e che ti permette così flotte di acquisire clienti.

 

Se ancora non l’hai fatto, ti consiglio di

 

CLICCARE QUI

 

e sentire quello che ho da dirti.

 

Non ti preoccupare perché non ti costa nulla! Gratuitamente ti ho preparato un percorso che ti aiuterà a capire dove ci troviamo in questo periodo storico e le azioni che devi fare per la tua attività!

 

Ascolta quindi quello che ho da dirti!

Richiedi informazioni gratuitamente e senza nessun impegno.

9 + 3 =

SMAU Padova – Cos’è cambiato negli ultimi anni e come puoi fare la differenza agli eventi ultima modifica: 2017-03-28T12:20:55+00:00 da admin